Marzo 20.16

 

 

 NOTE:

 

Marzo, come da tradizione un mese pazzerello e l'inverno non si decide di lasciare spazio alla primavera. E' una nevicata intensa quasi una bufera e anche se il freddo pungente non possibile rimanere chiusi in casa lasciando fuori dalla finestra tutto quel candore.

La neve ricopre in un attimo i campi della piana di Caupo, l'immagine si riduce all'essenziale, alberi, prati, qualche vigna, il campo di granoturco falciato nel tardo autunno.

Elemento di novit la costruzione geometrica ....madre natura offre delle immagini impareggiabili ma nel paesaggio la simmetria perfetta non esiste.

Solo l'immagine in basso quella originale atta a spiazzare l'osservatore che distratto potrebbe credere nella plausibilit di tutte le altre fotografie.

 

 

< HOME >