QUI MART......

 

 

 Qui pianeta MART rispondete………

 

 

 

 

Ebbene si, sono tornato a Rovereto e la più bella sorpresa è stata quella di ritrovare le statue di Pallottina memoria che a fine dicembre erano misteriosamente scomparse. Probabilmente ho avuto la fortuna di assistere ad un incontro ravvicinato del terzo tipo con questi esseri apparentemente inanimati, di chiara provenienza extraterrestre.

Sono molto belli (chissà perché immaginiamo gli extraET brutti e cattivi quando invece gli esseri davvero spaventosi li incontriamo ogni giovedì al fotoclub vedi: Magù, G.G., Zac, Ton…..tutti di chiara provenienza venusiana noto pianeta sovraccarico di letali miasmi).

Chissà se la prossima volta che tornerò laggiù, insieme ai citati venusiani e a qualcun altro, queste statue se ne saranno involate per la seconda volta…..vi auguro di no perché meritano davvero un rullino intero.

All’interno del Mart si può fotografare ma solo nella struttura principale dove non sono esposte né sculture né installazioni né quadri; ce né in ogni caso a sufficienza per realizzare un buon portfolio…..come potete constatare dalle immagini allegate che vanno aritmeticamente a sommarsi alle precedenti.

Ma cominciamo con quello che è appunto proibito fotografare: sono gli ambienti interni e per questo ho fotografato un video. Lo si capisce dall’immagine in basso a dx dove l’effetto di dissolvenza è percettibile. A sinistra in basso invece si vedono un po' malamente le statue di Melotti che gli studenti di un liceo di Milano, nei lontani anni 60, osarono cospargere di colore. Secondo il mio modesto avviso, ovviamente di parte, gli studenti vanno ghigliottinati fin da piccoli; in questo modo supponendo che lo stipendio me lo diano lo stesso potrò dedicarmi alla fotografia a tempo pieno e perseguitare di conseguenza gli amici del Fotocuc fino alla fine dei tempi.

 

 

 

 

Dicevo: le statue di Melotti così inespressive ma di una suggestione unica….peccato che le abbiano sistemate in una sala un po’ piccola, dove è difficoltoso muoversi.

Veniamo agli interni dove ci sono degli interessanti giochi d’ombre e luci....

 

 

 

 

....e dove è possibile sbirciare dalle finestre. All'esterno le ombre della copertura metallica, creano delle immagini davvero interessanti.....

 

 

 

 

Sempre dall’alto, l’occhio è inesorabilmente attratto dalla piazzetta centrale dove le statue sono sistemate  intorno alla fontana e i visitatori le osservano curiosi.

 

  

 

 

Peccato che non sia possibile fotografare la gente insieme alle opere esposte, ci sarebbe da trascorrere una giornata intera sul pianeta Mart mentre il sottoscritto si è soffermato all’interno dell’edificio “solo” dalle 12.30 alle 17.00.

Dopo aver visto la mostra dedicata all’arte del 900 e aver assistito in diretta al commento di un’opera “spaziale” di Lucio Fontana, sono tornato fuori nella piazza per fotografare le ombre che l’enorme cupola proietta sulla facciata dell’edificio:

(...Marco affermerà che solo i predestinati possono trovare una pupa tutta sola proprio lì.…)

 

 

 

 

……e ancora le statue:

 

 

 

 

 

Qui pianeta Mart rispondete ……..

 

 

 

 

prrr, sggrrr, scronk, bzzzz, sboink, smack……..clunc, slurp aiutooooooooooooooooooooo……

 

 

< HOME >