IN VIAGGIO SULL'APPENNINO (1989)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 NOTE A MARGINE

 

Nel 1989 ho deciso di fare il commissario d'esame nella terra degli avi ossia in Abruzzo. Ho colto l'occasione per vedere da vicino gli Appennini e per salutare l'allora giovane alpino nonchŔ tubone Andrea Boccia de Macerata  che giÓ allora vedeva stelle dappertutto poi ridottesi a cinque .

Io ero di stanza a Teramo mentre lui era pi¨ a Nord nelle Marche.

Ci siamo ritrovati a metÓ strada in quel paradiso terrestre che sono i Sibillini (terremoto a parte) che allora conobbi per la prima volta.

Rimasi letteralmente estasiato per i colori dei papaveri, dei fiordalisi e delle lenticche che in quel mese di giugno davano la miglior tavolozza di colori che si potesse desiderare.

Sui Sibillini sono tornato altre volte e le diapositive scattate non si contano.

Questo Ŕ un portfolio che comprende un altro luogo magnifico visitato in quello stesso mese: Campo Imperatore ai piedi del Gran Sasso d'Italia.

Le stampe su carta politenata sono state esposte nel tardo autunno nella mostra collettiva del sodalizio.

 

 

 

 

N.B. L'immagine del manifesto Ŕ del fotografo Claudio Nicolodi

 

< HOME >