DEMOLIZIONI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 NOTE A MARGINE

 

Lavoro davvero impegnativo questo sulla demolizione della Magnesio, una delle fabbriche storiche della zona industriale di Bolzano.

 

Veduta arera dell'area magnesio (1978)

 

Ho avuto occasione di parlare con gli ultimi tecnici della fabbrica e di recuperare documenti, fotografie e qualche strumento scientifico che ho consegnato al comune di Bolzano e all'Istituto Tecnico " Galileo Galilei" presso cui insegno.

Il materiale proveniva dal laboratorio di chimica; ricordo uno spettrometro, varie provette di vetro e qualche libro della biblioteca dello stabilimento.

Tra i libri due volumi davvero preziosi per la storia della spettrografia: gli spettri del ferro ottenuti tramite scarica ad arco riprodotti su lastra fotografica dai laboratori di astrofisica del Vaticano. I libri furono editi nel 1947 a cura della Specola Vaticana. Ma pensa un po' come sono cambiati i tempi da Galileo!!!!

Tra il materiale fotografico in mio possesso ci sono immagini che risalgono agli anni della fondazione della fabbrica, con gli interventi di qualche gerarca fascista.

Allora il saluto romano era d'obbligo per mantenere il posto di lavoro, oggi con la crisi bisogna mandare giù comunque qualche rospo.

 

 

 

 

 

 

 Molto suggestive due foto eseguite all'interno della fabbrica nello stesso periodo:

 

 

 

Seguono cronologicamente le foto in bianco e nero e a colori del fotografo Pedrotti; sono state fatte negli anni settanta in occasione della ristrutturazione della fabbrica. Lo studio Pedrotti era uno tra i più conosciuti nell'epoca d'oro della fotografia. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'epilogo della fabbrica è nella sequenza fotografica eseguita dal sottoscritto nel 1998. In quegli anni chiudono la Delaiti, chiude qualche anno dopo la Alumix, rimangono ancora in piedi con notevoli difficoltà le Acciaierie che passano però da un proprietario all'altro.

Con il nuovo millennio finisce l'epoca industriale di Bolzano e l'operaio scompare con la fabbrica. E' anche la fine del movimento sindacale.

Ho utilizzato un negativo BN nel formato 120. Le stampe sono su carta baritata e sono state eseguite in camera oscura dallo scrivente.

Questo portfolio di fotografie è stato ammesso al 15° Concorso Fotografico Agnello d'Oro di Bressanone 1998.

 

 

 

 

" Demolizioni " è stato esposto al pubblico presso il Centro Culturale " Claudio Trevi " in occasione dei 25 anni di attività del Fotoclub Bolzano nel febbraio 1999. 

 

 

 

 

PS

Il magnesio è il costituente principale della dolomia e quindi è disponibile in grande quantità nelle rocce presenti nella nostra regione.

La Magnesio disponeva della cava di Laghetti di Egna posta in prossimità della centrale idroelettrica omonima che collega il bacino dell'Avisio con quello dell'Adige.

Una volta frantumata la roccia, tramite processi di vario tipo tra cui quello di fusione viene estratto il minerale ridotto in lingotti utili per le successive lavorazioni..

Il magnesio più leggero dell'alluminio è utilizzato come lega con altri metalli in campo areonautico, automobilistico, elettrochimico, galvanometrico e militare e per fabbricare delle belle bombe incendiarie in compagnia del fedele camerata fosforo.

 

 

Depliant pubblicitari editi dalla fabbrica di Bolzano (1978)

 

 

< HOME >