L'ISOLA DI RUGEN

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NOTE A MARGINE

Rügen (lat. Rugia) è la più grande isola della Germania, situata nel mar Baltico di fronte alle coste del Meclemburgo-Pomerania Occidentale.

L'isola, un antico insediamento di popolazioni slave, è famosa per le bianche scogliere di Stubbenkammer, immortalate dal pittore Caspar David Friedrich, per il promontorio di Kap Arkona con i due caratteristici fari e per le località balneari della costa sud-orientale.

L'isola è lunga 52 km e larga 41 con una superficie complessiva di 926 km² ed è collegata alla città di Stralsund tramite un lungo ponte chiamato Rügendamm, che passa sopra lo stretto di mare chiamato Strelasund che separa l'isola dalla terraferma.

E' caratterizzata sia da spiaggie sabbiose che da coste ripide come falesie e sassose alla base. Ricordo che era possibile trovare con una certa facilità i rostri delle belemniti cefalopodi fossili comparsi nel Triassico circa 200 milioni di anni fa e estinti nel Cretacico 65 milioni di anni fa.

Erano molto simili a polpi, seppie e calamari e si nutrivano di pesci e crostacei.

 

 

 

 

Il Baltico è un mare chiuso e presumo che nella bella stagione siano molto rare le mareggiate e cosi cielo e mare quasi combaciano se non fosse per qualche striscia di terra che appena li divide. Caratteristici del Nord sono i colorati cestoni della spiaggia che riparano dal vento e le lunghe passerelle che conducono in mezzo alle romantiche rotonde sul mare.

Le immagini allegate sono state ottenute scansionando delle diapositive Fuji Velvia 50 e sono state successivamente elaborate modificandone la grana e i colori. Penso si tratti di uno degli ultimi rullini di diapositive che ho utilizzato...correva l'anno 2007.

 

 

< HOME >